La 5^ Edizione della Mezza Maratona di Ancona, valevole come Gran Prix Strada Master Marche, oltre a questa gara dei classici km 21,097 era abbinata una  10 Km.  agonistica  ed una non competitiva riservata agli amanti del correre.

Una mezza maratona caratterizzata da un tracciato gara molto impegnativo, che dopo un paio di km percorsi al centro città è salita su verso la panoramica Via del Conero per arrivare al giro di boa posto al bivio di Portonovo per poi ridiscendere verso il traguardo posto in Piazza 4 Novembre

 A tagliare  per primo il traguardo  sui 400 atleti partenti.  il  marocchino Mohamed Hajjy,   dell’Atletica Castelnaso Bologna, dietro di lui a soli  9  l’anconetano Luigi Del Buono della Sef Stamura Ancona e il ternano Felici Lorenzo  della Podistica Amatori Terni .

Ancora una volta a salire  sul gradino più in alto del podio femminile  Marcella Mancini della Marà Avis Marathon, alle sue spalle Denise Tappatà Sef Stamura Ancona e la Yana Savechko della Grottini Team.

A tenere alti i colori dell’Atletica Amatori Osimo Bracaccini  i quattro risultati da podio con il 1° posto di  Doriano Bianchi  nella categoria SM.55,  il 2° posto nella categoria  dei SM. 60 di Gianfranco Pesaresi,  e altri due 3° posti  di Marilena Cesarini SF.45, e di Rosa Squadroni in quella delle SF.55.

Poco fuori dalla zona podio Stefano Binci giunto  5° nella categoria  dei SM. 55, e con lo stesso risultato   Tiziana Antonucci nella SF.50.

A seguire nell’ordine di arrivo generale  l’8° posto di Francesco Carnevali nella categoria SM.40, il 6° di Lorenzo Papa nella SM.35,  il 18° di Matteo Vaccarini e il  22°  di Federico Sabbatini nella categoria degli over 35,  16° posto categoria SM.45 di Alessandro Romani.

Nella categoria degli over 65, 6^ piazza di Sergio Martini e 9° posto di Valentino Carbonari,  il 31°  di. Mario Luigi Labianca  categoria  SM.55.

Nella gara competitiva di  10 Km. vinta da Rinaldo Uberti della Sef Stamura Ancona,  4° posto assoluto di Emanuele Orlandoni   a seguire dietro di lui i suoi compagni di squadra  Leonardo Quercetti, Elia Manzorri e Mauro Bugari

 

Gianni   Le Moglie