La prima edizione  AXT Ascoli Xtreme Trail  di  Ascoli,  una corsa  podistiche estrema che ha portato  tantissima atleti a far conoscere un nuovo modo di interpretare il trekking e il running.

In una  domenica mattina  umida ed uggiosa, (Battisti doget)  con sprazzi di pioggia, che ha accolto e accompagnato  gli  ultratrailer impegnati a portare a termine  questo  endurance estremo .

Un trail quello Ascolano  lungo  44 km,  con  2.500 metri di dislivello positivo, che partito dal Forte Malatesta si e inerpicato su verso i picchi più alti delle montagne circostanti Ascoli per salire su fino a  quota  1.800 metri di altitudine sul livello del mare.

Su di un tracciato gara particolarmente tecnico,  in parte  sviluppatosi su sentieri  fangosi e scivolosi,  il primo a tagliare il traguarso l’amalfitano, Giovanni Ruocco, con il tempo di  4h52’50”, dietro  di lui lo  jesino Mirko Fioretti e  il bolzanino Guido Lori

Tra le donne la vittoria è andata alla lodigiana Giulia Magnesa in 6h19’17” dell’Atletica  Casone Noceto che ha preceduto la triatleta locale Marina Valeria Coccia e l’anconetana Tania Tolentinati.

Insieme ai 114 atleti che sono riusciti a portare  termine la gara  l’Osimano Lorenzo Benedetti dell’Atletica Amatori Osimo Bracaccini.

Lorenzo, avvicinatosi da poco in questo tipo di gare estreme  si è classificato al  15 Assoluto e  4°  nella categoria degli over 35 , ha dimostrato di possedere buone qualità fisiche ma soprattutto di saper gestire la vera fatica  in tempi prolungati.

 

Gianni    Le Moglie