Sport e Scuola due  pilastri importanti che affiancano le  famiglie nel  formare  in un modo sano ed equilibrato i propri figli .

Oggi ancor più di  ieri lo  Sport rappresenta uno strumento educativo importante volto a far crescere le nuove generazioni con sani e imprescindibili valori etico comportamentali.

In questo mondo sempre più virtuale e tecnologico,  trovare il giusto equilibrio fra studio,  pratica sportiva e spazi di sano divertimento,   non è cosa facile.

Ragazzi questi    che si allenano e gareggiano con  impegno , nonostante lo studio riempia gran parte della giornata, ma che trovano sempre il  modo per potersi allenare.

Esempio di giusto equilibrio lo sono i ragazzi e le ragazze  del settore giovanile dell’Atletica Amatori Osimo Bracaccini: Caterina Paccamiccio, Francesco Fantini,  Alessia Donnini,  Lucia Paolinelli   che oltre allo studio e allo Sport praticato,  hanno fatto la scelta  di collaborare  con il settore tecnico della Società di appartenenza durante lo svolgimento dei Corsi dell’Attività Motoria Prescolare  e dell’Avviamento allo Sport.

Risorsa educativo sportiva  importante per la Società di appartenenza queste RAGAZZE ,  che si sono avvicinate allo sport per divertirsi, per sentirsi libere di fare e di migliorarsi  sotto l’aspetto fisico sportivo ed umano, che su esplicita richiesta hanno ognuna portato la propria testimonianza.

Caterina  ha iniziato a 3 anni con la ginnastica artistica per poi proseguire con l’atletica  fino a frusciarsi di diversi titoli regionali assoluti nella specialità dei 3.000 Siepi.

“Grazie anche allo sport, ho imparato a gestire il mio tempo, ad organizzarmi, a pormi obiettivi, a fare una lista delle priorità.

Lo sport è vita: è questo lo slogan con il quale riassumerei la mia vita sportiva da atleta e, da poco, anche da aiuto tecnico. Provare a mettere in pratica ciò che da sempre mi è stato insegnato e provare a trasmettere tutto ciò ai bambini che seguo mi riempie di gioia e orgoglio. Allo stesso tempo però sento una sorta di responsabilità nei loro confronti. Devo, riuscire a far capire nel migliore dei modi la bellezza del nostro sport a dei bambini che ancora lo vivono come un gioco ma che presto vedrà loro come i veri e propri protagonisti della nostra società. Pazienza, amore per questo sport e organizzazione sicuramente mi aiuteranno a portare a termine nel migliore dei modi questo impegno che mi sono presa.”

Alessia : “Fin da piccola lo sport è sempre stato un momento necessario di socialità, divertimento e amicizia. Stimoli che coltivo ancora nell’ambiente dell’Atletica e che, crescendo, ho integrato con valori altrettanto importanti come la sana competizione, il sacrificio e l’autostima, che mi accompagnano anche al di fuori dello sport e che sono di grande aiuto nella mio vivere quotidiano”.

Lucia : “La scuola e lo sport dovrebbero andare di pari passo nella nostra vita perché, alla fine, ci insegnano le stesse cose. Personalmente posso dire che l’atletica mi ha  aiutato molto sotto questo punto di vista, soprattutto perché ho capito che allenare il mio corpo corrisponde ad allenare la mia mente.    L’atletica, se praticata a livello agonistico, porta via molto tempo, ma è tempo speso bene, perché mentre corri ti senti viva.Lo sport insegna che per la vittoria non basta il talento, ci vuole il lavoro e il sacrificio quotidiano così come nella scuola e nella vita”.

A queste ragazze che coltivano i loro sogni con passione e tenacia e la voglia di fare e fare bene ,  un in Bocca a Lupo di riuscire bene nello studio, nel divertirsi con lo sport e del buon sereno vivere quotidiano.

Gianni   Le Moglie