La Palermo International Half Marathon,  prova unica per l’assegnazione dei titoli  Italiani Individuali di Mezza Maratona,   categorie Maschile e Femminile  Assoluti,  Promesse e Juniores.

Alla caccia delle conquista delle  ambite otto maglie tricolori in terra della Sicilia  158  Società sportive presenti  con  911 atleti  partecipanti

Un autentica apoteosi  per l’atleta di casa la Bagherese Anna Incerti delle Fiamme Azzurre   campionessa Europea  di Maratona,   che per prima ha tagliato il traguardo con il tempo di 1 ora 14′ 09” dietro di lei a 40 secondi,  l’altra corregionale Federica Sugamiele della Caivano Runners, giovane promessa dell’atletica nazionale,  che  alla sua prima gara sui 21,097 ,  3^ la maglia azzurra Sara Brogiato dell’Aeronautica.

Primo titolo italiano tra gli uomini,  per Nekagenet Crippa, della Trieste Atletica, fratello  del più conosciuto  Yeman (che recentemente ha  battuto il record italiano di Antibo sui 10.000 m.)  Nekagenet   oltre  al titolo  ha stabilito il primato personale in 1 ora 5′ 15”  . Dietro di lui a 5 secondi il campione uscente Ahmed El Mazoury dell’Atletica Casone Noceto e Daniele D’Onofrio delle Fiamme Oro.

A rappresentare le Marche nella categoria delle Promesse  Azzurra Ilari  dell’Atletica Amatori Osimo Bracaccini. Azzurra non al top delle condizioni fisiche,  ha voluto comunque prendervi parte.

Nella Categoria riservata alle  Promesse,   vinta dalla  siracusana  Alessia Tuccitto,   Azzurra   ha sfiorato il podio piazzandosi al 4^ posto assoluto .

Un buon piazzamento il suo,  ottenuto su di un percorso ondulato con un dislivello di 200 m.l e con una temperatura più estiva che autunnale,  una gara che la ragazza filottranese   ha  così commentato “ Un percorso ostico e molto muscolare dove per me l’obbiettivo non era il risultato cronometrico, ma quello di conoscere le mie attuali condizioni.  Uscita da  un paio di mesi, dopo un lungo periodo caratterizzato da  infortuni, ho iniziato ad allenarmi regolarmente costatando  il  progressivo miglioramento della forma fisica. Pertanto mi ritengo soddisfatta della mia prestazione, che mi ha dato più sicurezza  e  fatto capire che la strada intrapresa è quella giusta, con la consapevolezza di poter affrontare al meglio la prossima stagione sportiva”.

Di  Gianni Le Moglie