Un anno quello appena trascorso  caratterizzato da tante incertezze e da pochissime manifestazioni sportive, molte delle quali annullate o rinviate a data da destinarsi .

Sotto non buoni auspici è ripartita la nuova stagione agonistica  2021,   con  gare Nazionali al Palaindoor Dorico e la 1° Prova Regionale di corsa campestre svoltasi Domenica mattina  nell’ impianto sportivo Italico Conti di Ancona .

Quattro le gare in programma disputate su distanze variabili,  che hanno visto impegnate  37 gruppi sportive alcuni dei quali delle vicine Regioni dell’Umbria e dell’Emilia .

Su di un tracciato gara  reso estremamente impegnativo,  dal  terreno appesantito dalla pioggia con  continui cambi di ritmo,   in campo maschile si è imposto Stefano Massimi (C.U.S. Camerino) e la Jesina  Simona Santini  (Atletica Amatori Osimo Bracaccini) in quello femminile.

La cronaca della gara del Cross più lungo, corso sulla distanza dei  10 km., riservato agli atleti categoria Promesse, Senior  Master , a visto prevalere  l’Ascolano Stefano  Massimi  che si è imposto per  20 secondi sul Foggiano Dario  Santoro (Atletica Potenza Picena ).

Il miglior piazzamento  degli atleti dell’Atletica Amatori Osimo Bracaccini) l’11esima piazza di Massimiliano Strappato, seguito al 17° posto dal suo compagno di squadra Corrado Lampa.

Al 38° posto assoluto Doriano Bianchi che si è aggiudicato  il primo posto nella  categoria degli Over 55   .

4° posto per Emanuele Orlandoni  nella categoria SM.35, dietro di lui al  9° posto il suo compagno di squadra Lorenzo Pasqualini .

Due buoni quarti  posti per Sergio Strappato nella categoria SM.60, e di Giuseppe Raponi in quella degli over 65 e il  13° posto di Mauro Bugari categoria SM.35. 

A dominare il Cross di km.8 riservato a tutte le categorie femminile  la Jesina Simona Santini  (Atletica Amatori Osimo Bracaccini).

Un’atleta  la Simona,  che non difetta di  tecnica, potenza e resistenza,   con un buon cacume tattico nell’interpretazione della gara,  si è imposta agevolmente  con un vantaggio di 1’ 53” su Denise Tappatà (Sef Stamura Ancona).

Ritornare a gareggiare, ha così commentato Simona “ E’ stato per me un momento fantastico, riassaporare l’andrenalina che la competizione ti da. Una gara difficile corsa su un terreno fangoso e sotto la pioggia, che ho  visto portarsi in testa sin da  subito la Perugina Tamburi.  Un ritmo gara il suo abbastanza sostenuto  che pur sempre riuscivo a controllare  tenendola a non più di una quindicina di metri di vantaggio .  Alla fine del 2° giro, dei 4 previsti ,  la mia avversaria usciva dal percorso e si fermava, e da li in poi ho proseguito mantenendo il mio ritmo gara, visto il buon margine di vantaggio su Denise Tappatà   che alla fine la precedevo sul traguardo di 1’ e 53”.    

Per la giovane Alessia Donnini,  sua compagna di squadra,  un  3° posto nella categoria delle Promesse,  seguita da  Rosa Squadroni l’unica atleta over 60 a prendere il via a questa gara.